italiano | english

Articoli marcati con tag ‘pari opportunità’

Tradizioni in movimento©

giovedì, 4 settembre 2008

Il progetto mira all’espansione dell’accesso al lavoro e dei percorsi di carriera, all’incremento delle opportunità di formazione, qualificazione e riqualificazione delle donne, è stato realizzato da Intramoenia con il  finanziamento della Regione Friuli Venezia Giulia - Servizio Pari Opportunità e il patrocinio della Comunità collinare del Friuli con il Comune capofila San Daniele del Friuli.

(continua…)

Contarsi per contare©

sabato, 12 maggio 2007

Progetto per le pari opportunità

SABATO 12 MAGGIO 2007

Sala del Castello, ore 18.00
COLLOREDO DI MONTE ALBANO

Saranno presenti:

  • Renata Brovedani

Presidente della Commissione regionale Pari Opportunità

  • Franca Miani

Presidente Commissione “Affari Sociali” del Comune di Colloredo di M. A.

  • Giovanna Roiatti

curatrice del progetto

  • Gianna Malisani

Assessore alla Cultura del Comune di Udine

  • Alida Pevere

Consigliere Comunale con delega per la Pari Opportunità del Comune di Colloredo di M. A.
(continua…)

Io &…©

martedì, 13 marzo 2007

Si tratta di un’indagine, finanziata dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Udine,  sulla percezione delle Pari Opportunità, sull’idea di futuro, sugli interessi culturali e di lavoro che hanno le/i giovani udinesi. (continua…)

Le donne nel lavoro: protagoniste di sviluppo©

venerdì, 29 settembre 2006

L’U.O. Pari Opportunità/Affari Generali del Comune di Cividale del Friuli ha predisposto un progetto di azione positiva - anno 2005 – denominato ”Protagoniste di sviluppo” che, ai sensi della L.R. 23/90, è stato approvato dalla Commissione Regionale per le Pari Opportunità tra uomo e donna e parzialmente finanziato dalla Regione per la realizzazione.
(continua…)

Campione in opportunità©

sabato, 15 ottobre 2005

Il Comune di Monfalcone ha avviato da tempo iniziative per la promozione delle ”Pari Opportunità” per:

  • valorizzare la conciliazione tra tempi di lavoro e tempi di vita;
  • favorire il possibile equilibrio fra vita professionale e vita familiare;
  • diffondere la cultura della condivisione del lavoro di cura fra i generi e le generazioni.

(continua…)